lunedì 2 marzo 2015

Cipolle dorate ripiene alla Canavese


Nel post dedicato a Il Liberty di Andrea Provenzani (qui), si è parlato (anche) della cipolla, un buonissimo prodotto dell'orto, molto spesso sottovalutato. Tra i piatti presenti nel menu del Liberty, per esempio, non manca mai uno dei cavalli di battaglia dello chef,  i celebri Spaghettoni Benedetto Cavalieri al cipollotto brasato leggermente piccante, omaggio di Provenzani al piatto-icona del top chef Aimo Moroni. Proprio la cipolla, in tutte le sue declinazioni, è uno degli ingredienti preferiti di Andrea, che sottolinea: “la cipolla è un modo di vivere le cose a strati, è un alimento geniale: può essere dolce, caramellata, salata, fritta, fondente, marinata, cruda…”. E ripiena, aggiungiamo noi. Come questa che proponiamo qui sotto (oppure la buonissima versione alla curcuma del nostro amico Cosimo, qui). Abbiamo utilizzato la cipolla dorata (una varietà dolce e dalla polpa consistente), completata con un ripieno di salsiccia fresca: si tratta di un piatto tipico del Canavese, area piemontese tra Torino e la Valle d'Aosta e, verso est, tra Biella e Vercelli. La ricetta l'ho scovata sul numero di febbraio di Cucina Moderna: devo dire che mi è piaciuta parecchio. Ottima anche come “schiscètta” per il pranzo in ufficio, il giorno dopo!


Cipolle dorate ripiene alla Canavese

Ingredienti (per 6 persone):

6 cipolle dorate
150 g di pane
1 uovo
2 dl di latte
100 g di salsiccia fresca
6 cucchiai di grana padano
Cannella in polvere
Noce moscata
Chiodi di garofano in polvere
Sale
Pepe

Pulire per bene le cipolle e cuocerle a vapore finché sono tenere. Lasciarle intiepidire. Tagliarle a metà e svuotarle con delicatezza, facendo attenzione a non disfarle, ricavando così 12 “contenitori”. Tenere la polpa da parte. Sbattere l’uovo, aggiungere il latte e versare questo composto sul pane raffermo, per farlo ammorbidire e impastarlo con le mani fino a ottenere un composto morbido e omogeneo (potrebbe essere necessario aggiungere altro latte). In una padella antiaderente far cuocere la salsiccia, sbriciolata, e unirla al composto di pane insieme a 3 cucchiai di grana grattugiato, le cipolle tenute da parte (ben sminuzzate) e le spezie (dosandole a piacere). Regolare di sale. Riempire abbondantemente le cipolle con il composto, completare con una spolverata di grana (o un fiocchetto di burro, a piacere) e porle in una teglia ricoperta di carta forno. Infornare a 180° per mezz’ora circa, finché si sarà formata una bella crosticina

6 commenti:

  1. adoro la cipolla,piccola, grande, rossa, bianca, dorata, in tutte le salse e cotture ! Bellissima ricetta, è molto sontuosa ! Un bacione e buona settimana !

    RispondiElimina
  2. wow...che meraviglia, e che sapore unicooooooooooo!!!

    RispondiElimina
  3. anche a me piace la cipolla ed è la dimostrazione che con poca spesa si crea un piatto super gustoso!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Poi secondo me è un bellissimo prodotto dell'orto, molto scenografico ;-)
      baci a tutti
      s

      Elimina
  4. Sono davvero un jolly in cucina, io ne adoro il sapore e le mangerei in tutti i modi :-)
    Questo è molto interessante, da provare!

    Fabio

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...