lunedì 12 gennaio 2015

Biscottini milanesi allo yogurt (e la "nostra" Milano!)



Siamo di parte. D’accordo. Siamo assolutamente di parte. Ma lasciateci dire che siamo felici di trovare (finalmente!) anche la nostra città tra le destinazioni turistiche “top” del mondo! Merito di Expo 2015, certamente, che la sta tirando a lucido e sta già portando a Milano eventi su eventi dedicati al cibo, alla nutrizione, agli alimenti. Convegni, incontri, conferenze. Già qualche mese fa “Best Travels” (“Il meglio di Lonely Planet”) l’aveva inserita tra le sue mete dell’anno. Ha poi continuato “The New York Times”, che ha realizzato di recente un video molto, molto bello su Milano (“36 hours in Milan”, che potete vedere qui). E sempre il N.Y. Times l’ha ora inserita al primo posto tra le destinazioni imperdibili nel 2015, definendola “una città rivitalizzata” e “vibrante” (leggete qui). Tornando al video del N.Y. Times, siamo felici di constatare che nella sezione Food la redazione del celebre quotidiano statunitense ha citato alcuni locali che sono presenti anche nella nostra guida “A Milano si mangia bene” (Gribaudo). A cominciare dall’eccellente Pavé, il nostro posto del “cuore” per colazione e merenda. Ci sono poi le Fonderie Milanesi, deliziosa “chicca” per l’aperitivo (rito meneghino doc) insieme al patinatissimo Ceresio 7, splendido locale in cima al quartier generale di Dsquared, dove moda e cibo si sposano a meraviglia. Bello trovare anche Lambiczoon, piacevole locale specializzato in birre artigianali sofisticate e particolari (hanno anche le “acide”, rigorosamente per intenditori…). C’è anche Taglio, ottimo locale dalle mille identità, aperto dalla colazione alla cena (dove la cucina è ben capitanata dallo chef Domenico Della Salandra), e Un posto a Milano, regno dello chef Nicola Cavallaro, un locale che rappresenta una vera e propria oasi in città e che durante Expo, ne siamo certe, attirerà i turisti… a sciami! A proposito di cultura, invece, era impossibile non citare l’Hangar Bicocca, spazio polifunzionale dedicato all’arte contemporanea (che merita una visita anche solo per I Sette Palazzi Celesti, opera permanente di Anselm Kiefer), dove per una pausa gourmet c’è il risto-bistrot Dopolavoro Bicocca, che propone assaggi della migliore tradizione italiana. In “A Milano si mangia bene”, nella sezione “Un libro, un dipinto, un caffè…” abbiamo menzionato anche noi il Museo Gallerie d’Italia di Piazza della Scala, polo museale che raccoglie opere dell’Ottocento e del Novecento (dai bassorilievi di Antonio Canova ai capolavori prefuturistici di Umberto Boccioni, per arrivare alle opere del secondo dopoguerra italiano), dove per una pausa merenda c’è la caffetteria DeCanto, progettata da De Lucchi e affacciata sullo splendido cortile interno del Museo. Tra i Concept Store, invece, doveroso citare lo splendido Nonostante Marras, eclettico open space che riflette lo stile del suo creatore, lo stilista Antonio Marras. Insomma: moda, arte, cibo. Milano ha sempre offerto tanto in termini di cultura, design, fashion, cucina ma ha ancora molto da dare, ne siamo convinte. In onore di Milano, ecco la ricetta dei biscottini soprannominati “milanesi”, una ricetta meneghina presente anche nel nostro libro. Perché… #amilanosimangiabene

Biscottini milanesi allo yogurt

Ingredienti:

250 g di farina
125 g di zucchero integrale bio
2 uova
50 g di burro
1 limone biologico
1 vasetto di yogurt
sale

Versate in una terrina capiente la farina, lo zucchero e un pizzico di sale. Mescolate, formate un buco al centro (la classica “fontana”) e sgusciatevi le uova. Aggiungete il burro, ammorbidito a temperatura ambiente e tagliato a pezzetti, e la scorza del limone grattugiata finemente. Incorporate qualche cucchiaiata di yogurt e mescolate con una forchetta, poi proseguite a impastare con le mani, incorporando il resto dello yogurt; lavorate fino a ottenere un impasto liscio e omogeneo. Avvolgetelo nella pellicola per alimenti e lasciatelo riposare in frigorifero per un’ora. Stendete l’impasto con il matterello fino a ottenere una sfoglia spessa qualche millimetro (potete aiutarvi con un foglio di carta da forno tra impasto e matterello). Con uno stampino della forma preferita ritagliate i biscottini e trasferiteli su una placca coperta con carta da forno. Fateli cuocere in forno già caldo a 180 °C per 10 minuti circa, finché i biscotti non risultano dorati. Trasferiteli su una gratella per dolci e lasciateli raffreddare prima di servirli.






11 commenti:

  1. super milanesi!vi siete date ai biscotti e io non posso che gradire.ho appena letto un articolo sul touring delle trasformazioni della città!

    RispondiElimina
  2. Uhhhhh.... andiamo subito a cercarlo! Un bacio Lucy!

    RispondiElimina
  3. che bontà questi biscotti, non sapevano che erano "di parte" :) Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  4. ciao ragazze, ebbene sì: son si sa bene l'origine di questa cosa ma questi biscottini sono soprannominati "milanesi"...e noi li abbiamo adottati al volo! a casa mia si fanno da sempre... bacioni a tutte

    RispondiElimina
  5. Fa un po' strano tornare qui dopo esserci incontrati proprio nella vostra bella Milano.
    Ora vi immaginiamo anche in uno dei tanti bei posticini segnalati da voi nel tempo qui sul blog e nel vostro bel libro. Anzi, ora che l'abbiamo, la prossima volta, spero di rompervi meno le scatole :-D
    E' stato un piacere conoscervi e spero che ci rivedremo anche giù da noi :-)
    Intanto mi godo questi biscotti milanesi.

    Fabio

    RispondiElimina
  6. Ma meraviglia!!!!! Cercherò subito il libro, sono molto molto curiosa!!!!! Bella l'occasione dell'expo, anche nel nostro piccolo qui parteciperemo, le scuole faranno dei laboratori e le mamme cucineranno :-)
    Biscottini che a vederli sembrano di un morbido! Me li segno ragazze!
    Auguri di buon anno e un bacio grande a tutte e due!

    RispondiElimina
  7. Ciao Ely!!!!! Che piacere ritrovarti...Noi ti seguiamo sempre con curiosità, spesso silenziosamente per mancanza di tempo (è stato un periodo densissimo, per via del libro...) ma rimedieremo! Un grande abbraccio

    RispondiElimina
  8. manco da tanto tempo e leggendo voi mi cresce la voglia di ritornarci...Un doppio abbraccio

    RispondiElimina
  9. Chiara, inutile dirtelo: se passi da Milano DOBBIAMO vederci... Detto questo, ti abbiamo nominata spesso ultimamente perché ci piacerebbe tantissimo organizzare un weekend a Trieste con amiche...nel caso...ti contattiamo per dritte e consigli ;-) tanti baci!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...