giovedì 21 novembre 2013

Gratin di patate al latte di cocco


Avete notato come in questo periodo di crisi e incertezze ci sia un ritorno al passato? Io lo noto in tutto. Dai ristoranti di Milano che ritornano ad avere in carta i piatti della tradizione lombarda, alla moda che recupera i modelli di stilisti ormai scomparsi. Si guarda al futuro ma si recupera il vecchio con una sorta di nostalgia quasi ad aiutarci ad avere più certezze. Leggevo in questi giorni anche di una tendenza "retrofood". Che cos'è? E' la ricerca di prodotti e ricette che andavano di moda anni fa: dal cocktail di gamberetti alla pesca melba, dagli After Heigh ai Ritz. Non li avrete mica dimenticati? Aspettiamoci quindi di ritrovarci in piena rivoluzione "retrofood", ma vi prego fate in modo che non ritornino le penne panna, vodka e salmone, non potrei proprio tollerarlo. Il mio piatto retrò di oggi è un classico gratin di patate. La modernità del tocco etnico è dato dal latte di cocco usato per far cuocere le patate e un pizzico di zenzero che in questa stagione aiuta le nostre difese immunitarie.


Gratin di patate al latte di cocco

Ingredienti per 4 persone:

4 patate rosse
200 ml di latte di cocco
1 pezzetto di zenzero
2 uova
2/3 manciate di pecorino grattugiato
coriandolo
sale pepe olio

Pelate le patate tagliatele a dadini e fatele cuocere in una pentola con il latte di cocco e un bicchiere di acqua per almeno 20 minuti o finché non saranno cotte. Controllate le patate affinché non si asciughino e se necessario aggiungete altra acqua. Quando saranno pronte mettetele in una ciotola, aggiungete due uova, lo zenzero a pezzetti il pecorino il coriandolo (se fresco tagliato finemente se secco schiacciato), aggiustate di sale e pepe e frullate bene tutto finché non diventa una purea. Ungete una piccola teglia da forno, versate il composto spolverate con un po’ di pecorino e mettete in forno x 15 minuti a 180° e alla fine 5 minuti di grill finché non vedete la crosticina.



9 commenti:

  1. si si hai ragione! qui in Spagna ancora no. ma l tuo piatto mi per me nuovissimo mi ispira un sacco

    RispondiElimina
  2. a volte basta un ingrediente per rendere una ricetta classica e sempre buona speciale...e poi diciamolo il più lo fa la condivisione ...sia a tavola che sul Web!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Parole sante, Lucy! Una tavola con tanti amici non sarà mai...retrò!
      Un abbraccio

      Elimina
  3. Ahahahah!! Però a me l'accoppiata panna, vodka e salmone piace da matti, come si fa?!?!?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahahah! Hai ragione...sono sfiziose. In realtà intendevamo dire che non vorremmo ritornino come "termine di paragone" o punto di riferimento in cucina. Tutto qua. Un bacione!

      Elimina
  4. A volte il retrò torna e a me il gratin di patate piace sempre moltissimo! Se poi dai un tocco personale con questi ingredienti, è ancora più invitante ;)
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  5. Diciamo che in questo periodo c'è un ritorno all'antico un po' in genere, ad iniziare dai costumi e quindi inevitabilmente anche nel cibo. Certo, abbiamo mangiato anche delle cose piuttosto opinabili, ma le cose cambiano, si sa. E poi di Ritz e After eight è impossibile dimenticarsene.

    Fabio

    RispondiElimina
  6. mi piace l'idea del vintage a tutto tondo! Grazie per questa interessante ricetta, sono curiosissima di provarla! Un bacio grande e buon we !

    RispondiElimina
  7. Con il gratin di patate ci sono cresciuta ma l'idea del latte di cocco è veramente originale!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...