giovedì 23 maggio 2013

Torta con noci di Macadamia al limone (senza uova né latticini)




Oltre al food, ai viaggi e alla fotografia, un’altra passione che accomuna me e Sonia è quella per il cinema. Una delle nostre serate-tipo preferite, soprattutto in inverno, è la classica abbinata aperitivo-cinema. Da qualche anno a questa parte, in questo periodo, seguiamo un corso di cinema splendido, curato dal mitico Carlo Gustavo Cesaretti: un balsamo per il cervello. Abbiamo seguito monotematici dedicati a grandi registi (Kubrick, Hitchcock…) ma anche corsi a tema (i nostri preferiti, per esempio sugli Anni Sessanta, sulla fantascienza, su Almodovar e i grandi provocatori…). Adesso è la volta degli degli anni 70’, anzi di un anno preciso: il 1978. Inutile dirvi che il corso è bellissimo: intelligente, originale e pungente, Cesaretti presenta, attraverso spezzoni di film (ma anche musiche e trasmissioni tv) la particolarità di quello strano e complicato anno. Già, perché proprio il 78? Lo lasciamo spiegare a Cesaretti in persona: “A volte, per cogliere l’essenza di un intero periodo storico, può essere più opportuno concentrarsi su un ristretto lasso di tempo, magari un anno soltanto. Questo, soprattutto, se il periodo è quel mondo infinito che (a tutti i livelli) furono gli anni Settanta e se l’anno in questione è un anno folle e densissimo come fu l’incredibile 1978. L’elenco  dei  fatti  che  avvennero e le loro risonanze nel prima e nel dopo sarebbe lunghissimo, dall’agguato ad Aldo Moro al nuovo Papa Wojtyla, ai Mondiali di calcio  nell’Argentina di Videla, all’elezione di Pertini, la legge sull’Aborto, ecc. Il cinema, in tutto questo, è come al solito il principale punto di riferimento, innanzitutto tramite i film che apparvero proprio in quell’anno (…). Cercheremo di sottolineare quanti aspetti di quel 1978 siano ancora  nostri  contemporanei, nonostante i 35 anni ormai trascorsi”.  Fa davvero impressione realizzare quante cose accomunano quel periodo con quello che stiamo vivendo… E questo lo affronteremo ancora più chiaramente con l’ultima lezione: anche attraverso Gaber, Rino Gaetano e altri brani d’epoca, vedremo come in Italia si suoni sempre (purtroppo) la stessa canzone... E al termine della lezione, festeggeremo la fine del corso, come da tradizione, con un buffet di torte e dolcetti. Torna tutto, no?

Torta con noci di Macadamia al limone

(senza uova né latticini)

Ingredienti:

170 g di farina 00
50 g di fecola di patate
250 ml di latte di soia
150 g di zucchero integrale bio 
3 cucchiai di olio di riso
estratto naturale di vaniglia (liquido)
mezza bustina di lievito
10/12 noci di Macadamia
5/6 cucchiai di fiordifrutta Limoni Rigoni di Asiago
sale

Mescolare in una ciotola la farina, la fecola , lo zucchero e il lievito. Aggiungere il latte di soia, l’olio, le noci di Macadamia spezzettate grossolanamente, l’estratto di vaniglia (un cucchiaino circa) e mescolare con cura. Aggiungere cinque o sei cucchiaiate di marmellata ai limoni, mescolando leggermente (non deve incorporarsi completamente). Versare l’impasto in una tortiera in silicone (oppure in una tortiera foderata con carta forno inumidita) e cuocere in forno caldo a 180° per 40 minuti circa.


9 commenti:

  1. Mioddio è stupendissima questa torta! anche a me piacciono le noci macadamia, mentre di solito nona amo i dolci particolarmente agrumati, ma l'idea di mettere la confettura nell'impasto mi piace :)
    proverò!
    a presto

    RispondiElimina
  2. che particolare come equilibrio questa torta, da provare!

    RispondiElimina
  3. è spettacolare... la devo provare!!!

    RispondiElimina
  4. Che torta particolare e bellissima!!!! complimenti deve avere un profumo incredibile!!!

    RispondiElimina
  5. Queste noci di macadamia mi incuriosiscono, devo assolutamente prenderle!

    RispondiElimina
  6. Buone le noci macadamia, non le ho mai usate nei dolci. La torta ha un ottimo aspetto!!!!!

    RispondiElimina
  7. Avete un milione di interessi mie care e tutti condivisibili!!!Questa torta con le noci deve essere profumatissima e dal sapore fenomenale!!Bacioni,Imma

    RispondiElimina
  8. *_* che meraviglia Simo, mi piacerebbe seguire un corso del genere per poi concludere con il buffet ahahahah
    :*
    Cla

    RispondiElimina
  9. sul buffet mi trovi concorde..purtroppo sui film sarà che non riesco a far tutto ma penso di essere una delel poche che la guarda veramente poco o niente e anche i miei figli sono così.!mi piace una torta con le noci di Macadamia!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...