martedì 7 maggio 2013

Coppetta di fragole e rabarbaro con yogurt




Confesso: sono letteralmente innamorata del rabarbaro! Ecco, l’ho detto. Forse subisco il fascino dell’ingrediente “proibito”, introvabile e raro. Non lo so. Ma so per certo che mi piace da matti. Come diceva Sonia qualche post fa a proposito delle sue Tortine al rabarbaro e mandorle, siamo dovute andare a Parigi per poterlo comprare normalmente senza sentirci dire “Rabarbaro? Provi al reparto spezie o tra i luquori, signora…”! Comunque, da Parigi è arrivato sano e salvo (e croccante!) fino al frigorifero di casa mia. Fin dal momento dell’acquisto avevo chiaro in mente come l’avrei utilizzato. Qualche settimana fa ho assaggiato una ricetta dello chef Claudio Sadler che mi ha letteralmente stregata. Era una zuppetta di rabarbaro e fragole, con una quenelle di gelato allo yogurt… Un insieme di sapori raffinato e insolito per un dolce strafacile e leggerissimo oltre che buono da impazzire (e non esagero…). Ho cercato di rifarlo a modo mio e devo ammettere che se avessi il rabarbaro a disposizione la rifarei…illimitatamenteee!
(simona)

Coppetta di fragole e rabarbaro con yogurt

Ingredienti:

4 coste di rabarbaro
1 cestino di fragole
1 yogurt greco
2 biscotti alla cannella
zucchero integrale bio

Riporre lo yogurt in freezer per una mezzora. Tagliare il rabarbaro a pezzetti, dopo aver eliminato i filamenti più duri (va trattato come il sedano) e porlo in una casseruola con un bicchiere d’acqua e due cucchiai di zucchero integrale bio. Far sobbollire e cuocere per una decina di minuti, a fuoco basso, aggiungendo anche le fragole a pezzetti. Deve risultare una sorta di confettura. Lasciar raffreddare e passare con il minipimer. Riporre in frigorifero. Al momento di servire, completare con una pallina di yogurt “gelato” e qualche briciola di biscotto alla cannella.

18 commenti:

  1. Che buooooona questa coppetta....e ha un colore irresistibile!
    Lo voglio anch'ioooooo!!!!!!!

    RispondiElimina
  2. mmhh... posso un cucchiaino?? molto interessante...

    RispondiElimina
  3. Queste coppette sono davvero una favola ma posso solo immaginare il sapore perché trovare il rabarbaro é qualcosa di talmente raro e impossibile che non potrei ma replicarle però posso ammirarle e sono una delizia!! Bacioni, Imma

    RispondiElimina
  4. un dolce insolito ma gustoso!!! baci Claudia

    RispondiElimina
  5. cavolo, per me è talmente affascinante proprio perchè non l'ho mai (dico mai!) trovato...che coppette deliziose!!!!!!!

    RispondiElimina
  6. lo adoro!!!!peccato che anche da me sia praticamente introvabile :(
    questa coppetta sembra davvero spettacolare...
    baci ^_^

    RispondiElimina
  7. Che ricetta davvero particolare !! mi piacerebbe proprio provarla ma il rabarbaro non l'ho mai trovato.....complimenti!!

    RispondiElimina
  8. Non l'ho mai trovato in vita mia, ma sempre guardato con occhi sognanti sulle pagine delle più fortunate invidiandole. Bè, in questo caso invidio voi, sappiatelo! Il modo in cui l'hai impiegato mi pare che gli renda davvero onore!
    a presto!

    RispondiElimina
  9. Sicuramente un dolce privo di troppe colpevoli calorie...

    RispondiElimina
  10. Qui introvabile...ma la ricetta la salvo, non si sa mai sbuchi sui banchi di qualche mercato...

    RispondiElimina
  11. un dessert goloso ma leggero

    RispondiElimina
  12. non ho mai assaggiato il rabarbaro, vado dietro alla lavagna....

    RispondiElimina
  13. ..e io vado fino a Bolzano a comperarlo. Anni fa lo avevo anche piantato:)) lo adoro!! anche congelato resiste bene. In zuppetta con le fragole é strepitoso. Lo provo anch'io con il gelato, credo mi piacerá tantissimo!!

    RispondiElimina
  14. con un pizzico di sana invidia, non sono mai riuscita a trovare il rabarbaro, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  15. Quella coppetta deve essere una vera goduria per il palato .E' l'ideale per preparare in questi giorni .Una ricetta di preparare al più presto perciò mi la scrivo subito. Un abbraccio

    RispondiElimina
  16. Ma particolarissima questa ricetta. Il sapore mi incuriosisce proprio tanto!

    RispondiElimina
  17. Io non ho mai assaggiato il rabarbaro, da queste parti non l'ho mai visto, ma mi affascina il suo colore e sono curiosa di assaggiarlo. La tua ricetta ha un aspetto così fresco e invitante.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...