venerdì 18 gennaio 2013

Tagliatelle fresche all’arancia, pancetta e stracchino



La curiosità di fronte ai nuovi prodotti che si affacciano sugli scaffali dei supermercati è per me sempre molto alta (deformazione..."professionale"). E mi chiedo ogni volta da dove nascerà l’esigenza di avere zuccherini rosa a forma di cuoricino o formaggi spalmabili aromatizzati ai funghi…  Le uova, in particolare, sono state oggetto di svariate metamorfosi nell’ultimo periodo. Ci avete fatto caso? Prima in versione mousse e ora in versione “light” e per di più in bricco, come se fossero un “succo”. Beh: queste ultime mi hanno incuriosita parecchio anche perché sono delle uova… senza colesterolo! Possibile? Le Ovolight di Coccodì (uso il plurale perché anche se il bricco è “singolo” contiene comunque 6 uova, giusto?) vengono definite come  una “alternativa alle uova con guscio studiata per chi non ama il colesterolo e vuole rimanere in forma con gusto e leggerezza”. In sostanza (mi sono documentata…) l’albume viene separato dal tuorlo e riunito ad esso solo dopo la sottrazione dei grassi. Perciò è un prodotto fatto (quasi) interamente di albumi , con l’aggiunta delle vitamine e dei minerali presenti “naturalmente”nel tuorlo. Morale: l'ho provato e l’esperimento è andato bene. Ho usato Ovolight per preparare al volissimo delle tagliatelle fresche e la sfoglia mi è venuta perfetta. Oltretutto è anche bella gialla poiché il prodotto è colorato (per via delle vitamine del tuorlo…). La pasta si può preparare anche utilizzando solo albumi (esperimento riuscito anche questo, nel periodo di Natale, quando per via delle quintalate di zabaione che ho preparato avevo albumi a gogò da smaltire…).
(simona)

Tagliatelle fresche all’arancia, pancetta e stracchino

Ingredienti (per  3 persone):

300 gr di farina di grano duro
165 ml di Ovolight (o albumi)
100 g di pancetta affumicata a dadini
100 g di stracchino
1 grossa arancia
1 scalogno
Sale
Pepe in grani
olio extra vergine di oliva

Preparare le tagliatelle nel modo classico: fare la fontana di farina con al centro Ovolight (o gli albumi). Sbattere Ovolight prelevando la farina un po’ alla volta, salare e impastare a mano fino a formare una palla. Lasciare riposare la pasta coperta in una ciotola di vetro capovolta sul piano di lavoro. Stendere la pasta con la macchina e ricavarne delle strisce e da queste delle tagliatelle. Posizionarle su un vassoio sul quale avrete posizionato un canovaccio. Nel frattempo, far saltare in una padella antiaderente, senza condimento, i dadini di pancetta. Aggiungere anche lo scalogno tagliato finemente, far saltare un paio di minuti. Spremere l’arancia e versare la polpa dell’arancia e il succo nella padella con pancetta e scalogno e far “caramellare”. Buttare le tagliatelle in acqua bollente salata. Quasi a fine cottura prelevare una tazzina di acqua di cottura della pasta e utilizzarla per lavorare lo stracchino a crema. Scolare le tagliatelle, versarle nella padella con l’arancia e la pancetta e far saltare, aggiungere un filo d’olio extra vergine e anche la crema di stracchino. Mescolare bene e servire con una grattata di pepe e un giro di olio.

14 commenti:

  1. Certo che l'industria alimentare ormai ne inventa una al giorno!!
    Bellissimo risultato questo primo e senza anche il problema del colesterolo...è una scusa per fare il bis!

    RispondiElimina
  2. Ciao!!
    Vivo da anni a Barcellona e vado sempre alla ricerca di prodotti italiani. Qualche giorno fa ho trovato lo stracchino e ed oggi questa meravigliosa ricetta che faró!!!
    Inoltre ho visto che siamo sull'ultimo numero di About Food!
    Un abbraccio!
    Lety
    www.friarielliandsound.com

    RispondiElimina
  3. Che idea gustosa ed elegante, da farci un figurone!!! baci

    RispondiElimina
  4. Mamma mia questa mi é davvero nuova ma sono certa che se mi capitano a tiro le prenderò al volo e queste tagliatelle, ne vogliamo parlare?? Sono una vera meraviglia di gusto, colore e sapore divini! Bacioni,Imma

    RispondiElimina
  5. io sono le cose che guardo con orrore!!! ma il gusto e' simile?sono cose che vanno tantissimo negli usa e a me avevano creato un sacco di scompensi ormonali

    RispondiElimina
  6. Sono rimasta un po' indietro allora: io oltre il bricco di soli albumi e quello di frittata sbattuta, non ho visto molto altro. Le uova senza colesterolo mi mancavano e se devo essere sincera storco anche sempre un po' il naso. Ma mai dire mai, magari mi informo mi piace e ne divento fan.. Intanto fan lo sono delle tue tagliatelle.. Magari con l'ovetto intero ;)

    RispondiElimina
  7. mizzichina, deve essere superlativaaaaaaaaa!!

    RispondiElimina
  8. Sono del parere che finché non si aggiungono schifezze ai prodotti ci può stare che l'industria rielabori. se poi ci son meno grassi meglio. ho visto anch'io questo prodotto e mi ha destato curiosità. ci penso e magari lo testo
    genny

    RispondiElimina
  9. è interessante questa aggiunta di solo albumi alle tagliatelle, io ci faccio la frittata di soli albumi ma non avevo mai pensato alla pasta, grande

    RispondiElimina
  10. Una tagliatella interessante, oddio si ho visto tutte queste novità ma sulle uova non mi fido mica tanto sai? E vado di uova normali :-) Un condimento molto goloso e l'arancia mi sa che è la chicca! Baci

    RispondiElimina
  11. Ma che bellezza!! E che buono questo condimento, molto particolare!

    RispondiElimina
  12. adoro gli esperimenti e sull uovo rido...il perche'lo vedrete lunedi'!!!ottimo questo primo piatto molto intrigante!

    RispondiElimina
  13. sapete che mi serviva giustp giusto una ricetta fresca...ci son 40° qua!!! fiuuu..un bacione

    RispondiElimina
  14. te la rubo, la voglio fare appena trovo Ovolight, grazie Simo!Buona serata domenicale...

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...