giovedì 22 novembre 2012

Pasta gratinata al curry con broccoli e carote


Leggo sui giornali di nuovi format televisivi in arrivo dedicati alla cucina, nuovi canali tematici in lancio mentre i palinsesti di quelli già esistenti traboccano di chef e ricette. I depliant che annunciano l'imminente arrivo del Natale suggeriscono libri di cucina di ogni genere. I giornali che non si occupano dell'argomento hanno inserito una sezione food nelle rubriche. I blog ormai non si contano più e gli eventi culinari seguono a ruota. Mi domando (mentre mi occupo di food): quanto durerà questo fenomeno prima di arrivare a saturazione? Sento molti commenti attorno a me di gente che afferma che il fenomeno "cucina" in questo momento è quasi invasivo. Mentre mi gusto questo primo piatto che trae ispirazione  dalla Cucina Italiana salvo alcune mie modifiche, incrocio le dita sul fenomeno del futuro. 
Sperando che non si tratti di taglio e cucito!
Ma voi cosa ne pensate, quale futuro vi immaginate?
Sonia



Ingredienti x 4 pax:

300 gr di penne
200 gr panna di soia
200 gr di broccoli
150 gr di carote pulite
porro
pangrattato
curry
sale
olio

Buttate la pasta in acqua bollente salata e dopo pochi minuti buttateci anche i broccoli puliti e tagliati a cimette, dopo un po’ aggiungete il porro tagliato a rondelle e le carote grattugiate. Scolate la pasta al dente con tutte le verdure, conditela con un cucchiaio di olio e aggiungete la panna di soia aromatizzata con un pò di  curry. Prendete una pirofila che vada in forno, cospargetela con un po’ di panna e il pangrattato riempitela con la pasta, cospargete con altro pangrattato e mettete in forno a 200° per 10 minuti circa.

10 commenti:

  1. Panna di soia? Wow mai vista! Lo sai che mi hai dato una buona idea? Basta trovarla... Aromatizzata con il curry mi incuriosisce ancora di più ;)

    RispondiElimina
  2. Che bella questa pasta, davvero originale! Un bel modo per magiare le verdure!!

    RispondiElimina
  3. Che buona questa pasta...io penso che di cibo si vive...e quindi difficile arrivare a saturazione :P

    RispondiElimina
  4. Ne parlavo proprio l'altro giorno con mio marito che con stupore mi raccontava di come anche nei programmi sportivi(che io non seguo) sono riusciti ad inserire un angolo per la cucina, insomma una vera invasione in ogni settore!!!La tua riflessione è una riflessione che faccio anch'io ma forse in un momento dove tutto sembra cosi affuscato dai problemi della vita tipo la crisi ecc. la cucina resta un antistress alla portata di tutti ma arriverà un momento di stop dove secondo me resteranno solo gli appassionati...se poi pensi che ci sono persone come la Parodi in tv li decisamente mi cadono le braccia :-)!!!!
    Questo vostro piatto riscaldo il cuore e mi fa amare ancora di più questo mondo!!
    Bacioni,Imma

    RispondiElimina
  5. Ciao piacere di conoscerti....ti ho trovato per caso ma il tuo blog mi è piaciuto così tanto che mi sono adagiata comodamente!!! Bravissima!! Ti seguo da oggi...se ti va passa a trovarmi sarai la benvenuta!!! Buona giornata!!

    RispondiElimina
  6. Un buon piatto di questa pasta, tirerebbe su il morale a chiunque!
    Penso proprio che domenica la preparerò... :)
    Grazie per la ricetta.
    Con il curry deve essere proprio il massimo!
    Brava brava brava! :-))))
    Buona serata.
    Incoronata.

    RispondiElimina
  7. io penso che il cibo non verrà mai a noia, forse finirà il tempo del bombardamento, ma la pluralità della scelta per ora mi piace. un grosso abbraccio da betty

    RispondiElimina
  8. questa pasta così easy mi piace un sacco. A dirtela tutta secondo mè siamo già un pò saturi di programmi, blog, libri, riviste ecc. ecc. che si finisce per dimenticare la vera realtà che dovrebbe esserci attorno al cibo. Ossia cucinare per passione, per stare assieme per condividere magari piatti semplici che facciamo parte di una tradizione culinaria vera e propria senza dover per forza seguire una moda no? ecco almeno per me è così :)

    RispondiElimina
  9. Difficilmente risco ad immaginare qualcosa di diverso e onestamente neanche lo voglio. In un momento così buio di crisi e depressione, il convivio intorno ad un tavolo è quanto di più vivificante possa esserci. Sono d'accordo che in televisione in questo momento non passi altro, alcune trasmissioni poi sono da pianto. Ma stimolare la gente al piacere della creazione culinaria, al donare qualcosa fatto con le proprie mani, è sicuramente quanto di più rassicurante e positivo possa esserci.
    Piatto molto appetitoso...anche io stasera gratin di pasta!
    Bacione care, Pat

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...