giovedì 1 settembre 2011

Nostalgia-Tzatziki


Ed eccoci qua! Puntuali, siamo tornate anche noi ai posti di combattimento… anche se la testa (e il cuore…) fanno fatica a rientrare nei ritmi cittadini. Reduce da una bellissima vacanza in Grecia (a Naxos, nelle Cicladi), con un’appendice a Madrid, come potevo non postare un classico della cucina greca, che mi ha accompagnato per (quasi) tutti i giorni della mia vacanza, a pranzo o a cena? Lo tzatziki. Adoro questa salsa fresca e golosa resa lievemente piccante dall’aglio (ho provato anche a ometterlo…ottimo risultato ma la versione classica è cento volte migliore, a mio avviso). Da quando sono tornata a Milano l’ho già preparato due o tre volte… Lo adoro. Quello che vedete nella foto è la versione della taverna Aronis, un locale a gestione familiare, fresco e carino, che si trova sulla splendida spiaggia di Plaka a Naxos. Sta per scendermi una lacrima…Un consiglio: meglio preparare  lo tzatziki il giorno prima, conservandolo in frigo coperto con la pellicola. Ottimo servito con le verdure crude (con i pomodori in particolare) o con la carne (ma confesso che a me piace da morire spalmato sul pane!). Ho seguito la ricetta riportata da un libro di cucina greca, comprato a Naxos (e di cui presto proverò la ricetta delle polpette di zucchine!).

Tzatziki

Ingredienti:

250 g di yogurt greco
1 cetriolo
1 spicchio d'aglio
1/2 cucchiai di olio extravergine di oliva
Aneto o menta (facoltativi)
sale
pepe

Grattugiare il cetriolo, grossolanamente (ho usato la mia nuovissima Microplane: fantastica!), metterlo in un colino e pressarlo per fargli perdere l’acqua.
Tritare molto finemente l'aglio e amalgamarlo al cetriolo, poi aggiungere lo yogurt. Completare con sale, pepe, olio e mescolare bene per qualche minuto. A piacere completare con aneto o con qualche foglia di menta fresca oppure con qualche oliva.



Qui sopra il porticciolo dell'isola di Koufonissi. Sotto, invece, un inconfondibile scorcio greco: polipi stesi al sole a Naoussa, Paros.



9 commenti:

  1. anche se è una salsa di cui non vado particolarmente matta è comunque il simbolo di una cucina che considero tra le migliori e anche a me viene una lacrimuccia a pensarci.ben tornate

    RispondiElimina
  2. Bellissima la foto dei polipi stesi al sole. :)

    RispondiElimina
  3. Ciao! ho conosciuto oggi il vostro blog, che bello! mi sono messa tra i vostri sostenitori perché mi avete accolta con il Tzaziki...una bontà :)

    RispondiElimina
  4. non l'ho mai provato, chissà che buono!

    RispondiElimina
  5. Complimenti per il blog che come il nostro è a 4 mani:-))Bellissima la Grecia e troppo buono lo tzaziki che mangerei anch'io a quintalate!!!Vi seguiamo...

    RispondiElimina
  6. che voglia di Grecia mi hai messo addosso! Bellissima ricetta, adoro lo tzaziki! Buon we...

    RispondiElimina
  7. Non sono mai andata in Grecia e non ho mai provato questa salsa ma con questa presentazione la curiosità è scattata inevitabilmente...magari non posso andarci subito in Grecia ma la salsina me la posso comunque preparare!!!Un bacio!

    RispondiElimina
  8. Bentornataaaaaaaaa! Che buono lo tzaziki! Lo adoro! E che bella dev'essere la Grecia...non ci sono mai stata ma la sogno da una vita! :-)

    RispondiElimina
  9. Bentornata ^_^ mi piace molto la tzatziki ma nonostante l'abbia assaggiata in un tipico ristorante greco sono certa che mangiarla in loco è tutta un'altra musica! Se sei libera il 15 Ottobre potresti unirti a noi...
    Un abbraccio

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...