lunedì 29 marzo 2010

Involtini di radicchio orata e patate




Dopo svariati giorni senza fare la spesa, inevitabile l’aiuto del freezer. Mi è capitato l’altra sera di dover improvvisare una cena e…l’unico elemento certo era un avanzo di orata al forno (una porzione abbondante), congelata la scorsa settimana. È bastato aggiungere una patata e qualche aroma per improvvisare un secondo “presentabile”, delicato, buono e leggero. Mi raccomando: se decidete di provare questi involtini, non omettete per nessuna ragione al mondo la buccia del limone grattugiata: profumatissima, dà un tocco particolare al ripieno. Sarà la scoperta dell’acqua calda, lo so, ma ultimamente è il mio "tocco in più". Ho servito gli involtini con del radicchio tagliato a striscioline passato in padella, accompagnati da un calice di Prosecco di Valdobbiadene Superiore di Cartizze, con il quale avevamo iniziato la serata. Cin, cin!

Maxi involtini di radicchio, orata e patate


Ingredienti (x due persone):

due foglie di radicchio (le mie erano giganti!)
2 etti circa di polpa cotta di orata (o qualsiasi altro pesce)
1 patata
1 limone bio
erba cipollina
sale e pepe
olio extra vergine di oliva

Lessare la patata. In una ciotola mantecare la polpa del pesce con la patata schiacciata, condire con olio extravergine di oliva, una grattugiata abbondante di buccia di limone, sale e pepe. Unire un po' di erba cipollina tagliuzzata finemente e mescolare bene. Riempire le due foglie di radicchio con il composto di pesce e chiuderle “a fagottino” con un giro di spago da cucina. Posizionare gli involtini sulla leccarda del forno rivestita di carta forno e condire con un filo d'olio. Infornare per 5/6 minuti, a 180°. Servire.

Postato da Simona.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...